HOME > Caratterizzazione Siti
La Societā
Profilo
Mission
Contatti
Soci
Organo amministrativo
Amministrazione trasparente
Progetti in Corso
Emissioni Gas in Atmosfera
Monitoraggio Ambientale Sanitario
Caratterizzazione Siti
Altri Servizi
Comunicazioni
Avvisi
Bandi
CARATTERIZZAZIONE SITI

 

Caratterizzazione
La presenza di numerosi siti con problematiche di contaminazione a carico delle matrici acqua e suolo ha determinato la necessitā, per gli Enti competenti, di confrontarsi con le esigenze del risanamento ambientale dei luoghi. Il D.M. 471 del 25/10/1999 (“Regolamento recante criteri, procedure e modalitā per la messa in sicurezza, la bonifica ed il ripristino ambientale dei siti inquinati, ai sensi dell’art. 17 del d.lgs 22/97e s.m.i.”) individua le principali fasi dell’iter di bonifica di un sito contaminato nelle seguenti macro fasi:
  • Piano di caratterizzazione, che prevede l’elaborazione di uno studio di caratterizzazione sul sito, con raccolta dei dati relativi al fenomeno di inquinamento ed elaborazione di un Modello Concettuale Preliminare nel quale vengono ipotizzati i processi di contaminazione verificatesi sull’area;
  • Progetto preliminare di bonifica, che prevede l’identificazione e progettazione degli interventi di bonifica, che possono eventualmente essere integrati da ulteriori indagini di dettaglio;
  • Progetto definitivo di bonifica, che definisce tutti i particolari dell’operazione di bonifica, dopo la cui approvazione si procede ala realizzazione degli interventi progettati
Il processo di caratterizzazione e bonifica dei siti contaminati richiede, pertanto, attivitā di supporto tecnico-scientifico di:
  • supervisione e controllo nella fase di messa in sicurezza d’emergenza di un sito;
  • valutazione tecnica degli elaborati progettuali inerenti processi di bonifica (Piano di caratterizzazione, Progetto preliminare, Progetto definitivo) secondo quanto previsto dalla normativa vigente;
  • partecipazione a Conferenze di servizio per l’approvazione degli elaborati progettuali;
  • supervisione e controllo delle attivitā di caratterizzazione e bonifica di un sito;
  • prelievo di controcampioni in contraddittorio con la parte interessata ed esecuzione delle determinazioni analitiche nelle fasi di caratterizzazione, analisi di dettaglio e collaudo dell’intervento di bonifica.
Con Legge 426/98 č stato individuato quale sito di interesse nazionale l’area “Napoli Orientale”, perimetrata successivamente con Ordinanza sindacale del 29/12/1999. Il Commissariato di governo per l’emergenza bonifiche e tutela delle acque nella Regione Campania ha affidato alla Societā PAN S.p.A le attivitā di caratterizzazione, nell’ambito del Sito di Interesse Nazionale “Napoli Orientale” relativamente alle seguenti aree:
  • “Arenile di S. Giovanni a Teduccio”;
La caretterizzazione di un sito si compone di una serie di definizioni ed analisi del territorio quali:
  • lineamenti climatici;
  • idrografia superficiale e canalizzazioni;
  • assetto geologico e idrogeologico;
  • fonti di contaminazione;
  • vie di migrazione dei contaminanti;
  • bersagli della contaminazione;

a questi studi seguono la messa in sicurezza di emergenza del sito ( con la rimozione dei rifiuti presenti ai sensi dell’art 17 del dlgs 22/1997) ed il piano di investigazione che prevede:
  • l’esecuzione di saggi di scavo con escavatore;
  • l’esecuzione di sondaggi a carotaggio continuo;
  • l’esecuzione di pozzi di monitoraggio della falda superficiale;
  • il prelievo di campioni di terreno con analisi chimiche in laboratorio per la definizione dei parametri inquinanti;
  • il rilievo della profonditā di falda;
  • la determinazione dei principali parametri chimico-fisici con attrezzatura portatile e prelievo di campioni di acqua di falda con analisi chimiche in laboratorio per la definizione dei parametri inquinanti;
A conclusione delle attivitā viene redatta la relazione delle attivitā di investigazione contenente:
  • descrizione delle attivitā svolte;
  • ricostruzione dell’assetto geologico ed idrogeologico del sito in funzione dei risultati delle indagini;
  • descrizione del grado di inquinamento, per ognuna delle sostanze analizzate sui campioni di suolo e di acqua sotterranea.
Sulla base dei risultati acquisiti, si procederā ad eventuali ulteriori indagini di approfondimento. L’esecuzione dei lavori sopra descritti, consentirā il ripristino funzionale delle aree in relazione al programma di riqualificazione della fascia litoranea del quartiere di S. Giovanni a Teduccio, con la costituzione di un sistema di attrezzature di livello urbano e territoriale (quali sedi universitarie, porto turistico, etc.).

Area Riservata
Accesso Webmail  
Indirizzo e-mail
Password
 

 

 

 

 

Informazione Ambientale
A.R.P.A.C.
Ansa.it - Ambiente
Regione Campania
La Normativa
ARIA
SUOLO
ACQUA
 
© A.R.P.A.C. Multiservizi s.r.l.- tutti i diritti riservati - 2009 - 2010
P.I. 04709971214